Pasquale Simonetti, arte e politica per far rinascere Carbonara

La politica è una passione, ma non la sola. Pasquale Simonetti, costruttore di Carbonara di Nola, ne ha di cose da raccontare in merito ad un altro suo grande pallino, coltivato sin dalla gioventù: l’arte. «Mi sono specializzato in questo settore da ragazzo, – ci racconta Simonetti – seguendo il percorso di istruzione e diventando nel tempo un apprezzato scultore. Ho realizzato diverse opere, una delle quali si trova a Nola, nel parco dedicato alla pace; si tratta di un’opera un marmo, che rappresenta la sagoma di una donna con crocifisso. Ho avuto le mie belle soddisfazioni, diverse pubblicazioni su riviste, riconoscimenti e premi. Quando ero a Modena, dove ho lavorato presso la Fiat per una decina d’anni, ho sempre perseguito questa mia grande passione». E dal marmo alla ceramica, Simonetti è stato sempre un appassionato del “bello”, tanto che, una volta ritornato dalle nostre parti, è stato coinvolto nella magica atmosfera del Carnevale Palmese, dove ha contribuito ai successi delle Quadriglie della Teglanum e, più di recente, degli Amici di Pozzoromolo. E a Carbonara? «Il mio impegno è proseguito a livello politico, dove al di là del ruolo in consiglio comunale, ho i miei sogni nel cassetto, che spero di realizzare insieme ad un gruppo coeso e determinato di amici: il recupero della congrega, la tutela del patrimonio storico-architettonico, nonché ambientale e naturale del paese, la valorizzazione delle intelligenze locali, che non sono affatto poche, ma che in questa fase di desolante lassismo politico-amministrativo restano nell’ombra».

Il Pappagallo, Anno XXI, Numero 373, Aprile 2017, pagina 13

Nessun commento: