Tra calcio e solidarietà: il Carbonara dona il sangue

Sono state festività natalizie speciali, da ricordare, quella appena trascorse per la Polisportiva Carbonarese. Come anticipato nell’ultimo numero del giornale, una delegazione di atleti della società calcistica locale si è recata nella mattinata del 24 dicembre a Napoli, presso il reparto di Oncologia Pediatrica dell’ospedale Pausilipon di Napoli, per donare sangue e piastrine ai piccoli pazienti malati di leucemia. Un gesto che va ben oltre lo sport e abbraccia, come è giusto che accada a queste latitudini, il sociale. Il calcio delle piccole comunità non è infatti solo contrassegnato da risultati, classifiche ed obiettivi da raggiungere nei campionati dilettantistici, ma ha anche, se non soprattutto, la necessità di sensibilizzare i concittadini (e non solo) su tematiche sociali di primaria rilevanza. È questo il messaggio che i ragazzi del team carbonarese hanno voluto lanciare, partecipando ad un’iniziativa lodevole in un giorno di festa e dedicando parte del proprio tempo a chi ne ha più bisogno, «nella speranza – ci dicono i diretti interessati, protagonisti della lodevole iniziativa – che il nostro gesto venga emulato anche da altre squadre dilettantistiche campane, per combattere una partita ben più importante di quella che si gioca nel classico rettangolo di un campo da calcio». Ed allora che fare? Basta solo dedicare del tempo per una causa nobile quanto vitale: «Ricordiamo – concludono i tesserati della Polisportiva Carbonarese – che è possibile donare sangue presso la struttura partenopea tutti i giorni dalle ore 7:30 alle 11:00».

Carmine Simonetti
Il Pappagallo, anno XXI, numero 366, gennaio 2017, pagina 13.

Nessun commento: