Sul filo della memoria: Carbonara ricorda i caduti

Il periodo in cui si commemorano i defunti e la successiva ricorrenza della giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate (4 novembre) rispolvera, a Carbonara di Nola, il ricordo di quanti perirono a causa del conflitto bellico della Prima Guerra Mondiale. 
Il paese ricorderà quanti, tra militari e civili, caddero in battaglia o per causa di guerra. 
In questo alveo di ricordi, si inserisce la pubblicazione “Sul filo della memoria”, presentato a Carbonara di Nola in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel 1° conflitto mondiale. Nel libro sono stati sintetizzati gli eventi bellici durante i quali caddero i cittadini di Carbonara, con riferimento alle due guerre mondiali ed alle guerre coloniali. Tante storie che hanno contribuito a costruire la grande Storia, quella che i ragazzi imparano sui banchi di scuola. 
Gli autori del libro, Pietro Damiano e Claudio Acciari, hanno scelto un titolo che sintetizza lo scopo prefissato: quello di ricordare tutti quei militari carbonaresi caduti in battaglia o per causa di guerra.
«Il trascorrere del tempo – dicono gli autori dell’opera – offusca i ricordi fino a perderli completamente. Dopo la guerra si ricordano soltanto i comandanti e gli eroi, di tutti gli altri che hanno perso la vita nessuno sa nulla, rimane soltanto il nome inciso sulle lapidi in tutti i paesi d’Italia. Così la memoria, fissata in modo indelebile nelle pagine di un libro, salva dall’oblio tante storie di tante persone che le future generazioni, senza più vincoli di parentela, avrebbero dimenticato. La definizione di eroe, cioè di una persona eccezionale, che ha compiuto azioni coraggiose o avuto comportamenti straordinari, conduce ad una riflessione: tutti quei valorosi soldati che hanno sopportato con grande senso del dovere e abnegazione, spesso anche con coraggio, le sofferenze e i patimenti della guerra, fino all’estremo sacrificio, non sono eroi anch’essi?».

Il Pappagallo, Anno XX, Numero 361, Ottobre 2016, pagina 13

Nessun commento: