La Cortese: Mimma e Pina, quando la pizza ha un tocco femminile

Le due sorelle deliziano i loro clienti presso il locale di Carbonara di Nola in quel di Pozzoromolo

Nell’immaginario collettivo la figura del pizzaiolo è prettamente maschile, perché è un lavoro usurante, fisico a stretto contatto con il calore del forno e poco tempo da dedicare ai propri affetti. Ma c’è l’eccezione che conferma la regola e, a Carbonara di Nola, nella località Pozzoromolo, le due sorelle Mimma e Pina Simonetti sono diventate delle autentiche “pizzaiole doc”, capaci di deliziare la clientela con i loro speciali ed appetitosi preparati. 
Mimma e Pina sono le titolari della pizzeria La Cortese di Pozzoromolo e, da due anni, sfornano per i loro clienti solo pizze d’eccellenza, da un impasto la cui maturazione va oltre le 24 ore, permettendo così di non appesantire lo stomaco. «Dopo essermi diplomata – racconta Mimma Simonetti, la vera pizzaiola della coppia – mi sono trasferita a Roma per 2 mesi per studiare presso una scuola di pizzaioli. La mia passione per la pizza nasce fin da bambina, osservando mio zio pizzaiolo che mi ha insegnato i rudimenti del mestiere. All’inizio è stato difficile essendo un mestiere prettamente maschile, ma piano piano, guardando, ho appreso questa arte e, dal semplice riordinare, mi sono messa dietro il bancone». 
In una pizza preparata da una donna c’è sempre quel tocco in più, quell’attenzione che ti permette di sentirti cullato anche mentre ne mangi un trancio, quella cura al dettaglio che solo una donna sensibile come Mimma Simonetti ti può regalare. 
Marchio di fabbrica? «Sicuramente la pizza “cortese”, composta da provola, lardo di colonnata, pomodori del piennolo arrostito, rucola e scaglie di parmigiano: è la pizza che va per la maggiore», come ci spiega Pina Simonetti. «Inoltre – aggiunge – è la pizza che ha conquistato un posto d’onore in un concorso tenutosi a Napoli qualche anno fa». 
Le due “pizzaiole” de La Cortese – che propongono alla loro clientela anche prodotti di gastronomia cucinati in giornata e freschi – fanno di questa loro professione un vanto. 
Oltre la ricerca di prodotti genuini per la loro pizze, le giovani pizzaiole “under 40” apprezzano il contatto con il pubblico. In un mondo tutto al femminile, a fare da contraltare c’è l’aiuto prezioso di Agostino, un altro componente del team, che riesce ad equilibrare con la sua cortesia due caratteri forti e decisi come le due “pizzaiole” Mimma e Pina, donne al comando de “La Cortese”.

Rachele Gatti
Il Pappagallo, Anno XX, Numero 360, Ottobre 2016, pagina 23

Nessun commento: