Alta velocità su quattro strade di Carbonara: arrivano le bande di rallentamento sonore

Pericolo per l'alta velocità su alcune arterie ur­bane di Carbonara di Nola. I cittadini residenti lungo via Sorrentino, via Pozzoromolo, via Roma e via del Rinnovamento, hanno evidenziato più volte al Comune i rischi corsi al momento di attraversare a piedi le strade in questione, in quanto gli autoveicoli transitano sulle stesse, a tutte le ore, ad elevata velocità. Per questo motivo, dal palazzo di città è scattata - su pro­posta dell 'assessore al ramo - una proposta per cercare di limitare la velocità degli autoveicoli sulle citate strade, stabilendo di far installare sulle rispettive carreggiate e trasversalmente alle stesse, delle bande di rallentamento sonore opportunamente avvisate attraverso un'idonea segnaletica verticale. Il Comune di Carbonara, stando alla stima di spesa effettuata dall'ufficio Tecnico, dovrà affrontare un costo di circa 3.000 euro (Iva inclusa) per approntare un servizio che si rivelerà utile quanto funzionale.

Il Pappagallo, anno XIX, dicembre 2015, numero 341, pagina 13


Ampliamento del cimitero, parte la corsa ai loculi

Indetto il bando per lanciare la manifestazione di interesse della comunità: istanze entro fine gennaio

Il Comune di Carbonara di Nola dà spazio al bando relativo alla "manifestazione d'interesse per l'assegnazio­ne in concessione di loculi in costruzione nel cimitero comunale". Le istanze vanno presentate entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando, quindi orientati­vamente entro il 28 gennaio 2016: l'Amministrazione Comunale guidata dal sin­daco Michele Paradiso ha inteso, con questa iniziativa, dare slancio alla realizzare di nuovi loculi nel Cimitero Comunale da assegnare secondo modalità e criteri stabiliti con delibera n.122 del 13/09/2005 in concessio­ne onerosa sessantennale. I loculi saranno costruiti secondo quanto previsto nel progetto approvato con de­libera di giunta ed il loro costo sarà a totale carico dei concessionari. La gra­duatoria per l'assegnazione della concessione sessan­tennale seguirà, nell'ordine, i seguenti criteri decrescenti di priorità: Cittadini residenti nel Comune di Carbonara di Nola dalla nascita (graduatoria in ordine decrescente di età); Cittadini nati nel Comune di Carbonara di Nola ma non più residenti (graduatoria in ordine de­crescente di età); Cittadini che hanno avuto almeno tre anni residenza a Carbonara di Nola (graduatoria in ordine decrescente di età); Cittadini residenti nei comuni limitrofi: Cittadini di altri Comuni. Co­loro che saranno interessati alla concessione dei loculi potranno presentare istan­za di interesse utilizzando apposito modulo disponibile presso l'Ufficio di Segreteria e sul sito istituzionale del Comune. Può essere pre­sentata una sola domanda per ogni nucleo familiare e può essere presentata una sola domanda per ogni defunto. Le istanze devono essere presentate a mezzo raccomandata AR indirizzate al "Comune di Carbonara di Nola - Via Municipio 1 - 80030 Carbonara di Nola" o presentate a mano entro la scadenza stabilita dal bando. In seguito, l'ufficio Cimitero provvederà a con­vocare gli interessati in pos­sesso dei requisiti secondo l'ordine di inserimento nella suddetta graduatoria. I sog­getti individuati per l'asse­gnazione saranno invitati al pagamento della I rata pari al 50% dell'importo totale della concessione che viene sta­bilito con atto deliberativo. Il saldo sarà versato all'atto del contratto. I soggetti aggiudi­catari della concessione, in fase di scelta dei manufatti, dovranno esibire l'invito rice­vuto ed un valido documento di riconoscimento nonché copia del versamento della I rata. Se il richiedente è deceduto, gli eredi possono subentrare per il prosieguo delle operazioni di scelta del loculo sottoscrìvendo appo­sita dichiarazione, allegando copia del documento di rico­noscimento valido.

Il Pappagallo, anno XIX, dicembre 2015, numero 341, pagina 13 - LUANA COSENZA

La villa preda del degrado, il sindaco dispone la chiusura

CARBONARA DI NOLA (sf) - Chiude i cancelli la villa comunale di Carbonara di Nola. Lo ha reso noto l'amministrazione comunale attraverso appo­sita ordinanza sindacale a firma del primo cittadino Michele Paradiso. Non si precisa però, nel docu­mento, per quanto tempo l'area terrà chiusi i can­celli. A determinare il provve­dimento, come si legge anche nel testo dell'ordinanza, il fatto che "la struttura versa in grave stato di incuria e di totale abbandono". Il proble­ma fondamentale, a più riprese lamentato dai cittadini, è la mancanza di custodi che ha favorito frequenti incursioni di vandali che hanno provveduto a danneggiare gli arredi della villa. Insomma: da luogo di ritrovo per i cittadini, la villa comunale di Carbona­ra di Nola è diventata un posto dove a regnare è il degrado. Di qui la decisione di mettere i lucchetti al cancello, "fino a nuove disposizioni". Bene sicura­mente per la pubblica sicurezza. Ma i cittadini si aspettavano interventi di riqualificazione e recupe­ro piuttosto che la chiusura. Non a torto.

Cronache di Napoli, anno XVII, n. 339, 09/12/2015, pag. 18

Il servizio civile si mobilita: Carbonara grida "No alla violenza sulle donne"

La piccola cittadina carbonarese si tinge di rosa in occa­sione della giornata mondiale contro la violenza sulle don­ne. L'evento, programmato per domenica 29 novembre, rappresenta un messaggio di sensibilizzazione contro l'o­mertà che occulta storie ma­cabre di prepotenza verso il gentil sesso e di speranza per le vittime. L'idea nasce dalle dieci volontarie che quest'an­no partecipano al Servizio Civile: si tratta di Rosa Casalino, Rosa Cosenza, Cristina Sorrentino, Teresa Sorrentino, Egizia Policano, Angela Sepe, Angela Lauri, Assunta Sorren­tino, Giulia Cosenza e Rossel­la Sepe. «In quanto donne - ci dicono - non potevamo trala­sciare una delle problemati­che più gravi che affliggono oggi la nostra società. Abbia­mo dunque approfittato della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, che è ricorsa il 25 novembre, per accendere un importante faro su quella che oggi sembra essere una vera e propria piaga sociale. E abbiamo deciso di farlo par­tendo dalla nostra piccola re­altà». Il convegno, che viene presentato in quel di Carbo­nara proprio dalle dieci volon­tarie, prende il nome di "Nem­meno con un fiore. Violenza sulle donne: presidi territoriali di prossimità" e vede la partecipazione delle più importan­ti cariche della comunità in collina. Sono attesi difatti gli interventi del sindaco Miche­le Paradiso, della psicologia psicoterapeuta, esperta in psicodiagnostica, dottoressa Gesualda Baldo, del maresciallo capo Gaetano Sarnataro e della dottoressa Giusy Rega, assistente sociale presso il Comune di Carbonara di Nola. L'incontro si svolgerà nella giornata di domenica 29 no­vembre, dalle 17:00, nella sala convegni "Gennaro Rainone" presso l'edificio scolastico.

Luana Cosenza

Il Pappagallo, anno XIX, novembre 2015, numero 340, pagina 13

Blitz a Carbonara di Nola, chiusa fabbrica bengalese: trovati clandestini e ambienti sporchi

I carabinieri della stazione di Carbonara di Nola, in collaborazione con personale della direzione territoriale del lavoro di Napoli, dell’Asl Napoli 3 Sud, della filiale Inps di Nola e del dipartimento prevenzione igiene e medicina del lavoro di Pomigliano d’Arco hanno effettuato servizi per contrastare il lavoro sommerso e verificare condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro.
Un imprenditore 41enne del Bangladesh è stato denunciato per impiego di manodopera clandestina e violazione alle leggi a tutela dei lavoratori perché durante l’ispezione del suo opificio tessile in via Sansonetto si è scoperto che occupava alle sue dipendenze 5 lavoratori clandestini, ovviamente, “a nero” e in un ambiente in condizioni precarie di salubrità e sicurezza. All’uomo sono state inoltre comminate sanzioni amministrative per 8.000 euro. L’attività imprenditoriale è stata sospesa.

William Argento - www.ilfattovesuviano.it - 18/11/2015

Torna ubriaco e manda in ospedale moglie e figlio di 16 anni: preso 51enne a Carbonara di Nola

È accusato di avere picchiato la moglie e il figlio di 16 anni dopo essere rincasato ubriaco: è successo a Carbonara di Nola, dove i carabinieri hanno arrestato, per maltrattamenti in famiglia e lesioni, un uomo di 51 anni.
Il 51enne è stato preso nella sua abitazione subito dopo la lite terminata con calci e pugni. Le vittime sono finite in ospedale con lesioni giudicate guaribili in tre giorni. I militari dell’Arma hanno poi accertato che le violenze erano frequenti.

Pasquale Carotenuto - www.ilfattovesuviano.it - 12/11/2015

Sei lavoratori a nero in fabbrica, denunciato imprenditore a Carbonara di Nola

I carabinieri della stazione di Carbonara di Nola in collaborazione con personale della direzione territoriale del lavoro di Napoli hanno effettuato servizi per contrastare il fenomeno del lavoro sommerso.
Un 30enne del Bangladesh residente a Palma Campania e titolare di un opificio tessile con sede in via Sorrentino è stato denunciato per aver dato occupazione alle sue dipendenze sei lavoratori stranieri “a nero”. La sua attività è stata sospesa.

Mirko Dioneo - www.ilfattovesuviano.it - 23/10/2015

Carenza idrica prevista per domenica 19 luglio 2015

Nella giornata di domenica 19 luglio 2015 è prevista una riduzione della portata idrica dalle ore 8.00 alle ore 20.00, in seguito a lavori dell'ENEL alla centrale acquedottistica regionale di Sarno. I comuni interessati sono 23, tra i quali anche Carbonara di Nola.

Maxitruffa all'Inps, azienda assumeva finti braccianti. Indagate 393 persone

Due misure cautelari, un sequestro di beni per un milione d'euro: sono gli incredibili numeri dell'indagine che sta portando avanti la procura di Nola. Coinvolti anche numerosi extracomunitari che si facevano assumere per ottenere permessi di soggiorno
Finti braccianti agricoli, che venivano assunti in modo altrettanto fittizio per avere prestazioni previdenziali e assistenziali o per assicurare, nel caso di extracomunitari, il rilascio del permesso di soggiorno: si tratta di quanto la procura di Nola ha scoperto facesse un'impresa agricola con sede a San Gennaro Vesuviano.
L'inchiesta ha portato all'emissione di una misura cautelare di divieto di dimora nel Comune di residenza e al divieto temporaneo a esercitare uffici direttivi di imprese nei confronti dei due co-amministratori dell'azienda in questione. Nei confronti di uno dei due indagati è stato anche disposto un sequestro preventivo di beni per poco più di un milione di euro.
L'indagine è partita da un accertamento dei carabinieri di Carbonara di Nola nell'ambito dei controlli contro il lavoro sommerso. Coinvolti anche due funzionari Inps, uno dei quali ora in pensione.

www.napolitoday.it - 16/06/2015 - Redazione

“Carbonara di Nola spegne le annuali candeline”

Sotto accusa i "quotidiani" fuochi d'artificio nella cittadina carbonarese


Carbonara di Nola, Attualità - È quanto avviene nella scorsa notte del 9 Giugno, quando dei rumorosi fuochi d’artificio allertano la cittadinanza carbonarese. Stando all’insindacabile "voce di popolo" si tratterebbe dei festeggiamenti inerenti alla “vittoria” elettiva dell’attuale amministrazione, che ricorreva esattamente un anno fa con le elezioni amministrative. In realtà, i plateali festeggiamenti avrebbero preso il via già circa dieci giorni prima la data del 9 Giugno. Infatti, come un COUNT DOWN, a partire dal decimo giorno antecedente la data in cui ricorreva l’anniversario, è stato dato inizio “al fuoco” con un sol colpo a sera, per poi concludere con i fuochi d’artificio. Volendo spingere faticosamente lo sguardo oltre il gran fumo dei fuochi in questione, non sarebbe tollerabile dalla stessa cittadinanza se ciò fosse servito solo a coprire degli eventuali vuoti di contenuti e proposte nella squadra che sostiene il leader politico. D'altronde, si sa, dopo un gran fumo, alla fine, si prevede sempre un bell'arrosto.

www.081news.it - 10/06/2015 - Antonella Chiarolanza

Tra memorie e stenti di guerra

La settimana dal 18 al 24 maggio è stata caratterizzata nel territorio da varie manifestazioni sul centenario dell'entrata in guerra dell'Italia nel primo conflitto mondiale. Tra le altre, la presentazione a Carbonara del libro Sul filo della memoria, in cui i due autori, Claudio Acciari e Pietro Damiano riportano alla luce le storie dei cittadini caduti in guerra: 14 nella prima, 14 nella seconda, uno nella guerra coloniale in Etiopia. All'interno di una sobria cornice in cui sono descritti gli eventi fondamentali del contesto storico i giovani soldati di allora trasmettono ai giovani di oggi storie di sangue, massacri, violenze, fame, freddo, malattie di cui sono state vittime senza un perché. Nella seconda parte del libro è trascritto dall'originale a mano un taccuino di memorie del soldato Gaetano Iannicielli (1915-2004) che, nel raccontare gli anni di internamento in un campo di prigionia tedesco, offre al lettore non solo dati di una esperienza vissuta direttamente ma anche motivi di riflessione che permettono di svelare nude verità rispetto alle informazioni, "manipolate", ufficiali: ad esempio, le colpe e il tradimento degli ufficiali che abbandonano le truppe dopo l'armistizio dell'8 settembre del 1943; l'odio per i nemici, insegnato dai padri, che viene messo in discussione dalla scoperta dell'umanità dei tedeschi, suoi compagni di lavoro in fabbrica; e soprattutto la condizione e i sentimenti di persone ridotte ad uno stato animale: incertezza, dubbio, timori, speranze, desiderio,
rabbia, sospensione, degrado, una tensione che acuisce ogni stimolo sensoriale fino al crollo psicofisico.
Particolare inquietante ed ossessivo: un orologio in fabbrica che Gaetano guarda continuamente nelle sue 12 ore di lavoro con solo mezz'ora di pausa: "era molto lunga andare alle diciassette di sera... era passata solo mezz'ora... mi pareva di trovarmi nel più atroce inferno".

(p. g. s.)
Il Pappagallo, anno XIX, numero 331, giugno 2015, pagina 27

Carbonara corre... Sul filo della memoria

Viene presentata domenica 24 maggio, alle ore 19:00 nella sala convegni “Gennaro Rainone” del plesso scolastico Elementare di Carbonara di Nola, l’opera dal titolo “Sul filo della Memoria – Gli uomini e le vicende belliche” di Pietro Damiano e Claudio Acciari. «Un lavoro – precisano gli autori – che non vuole essere una celebrazione delle guerre, bensì una ricostruzione storica di fatti ed avvenimenti che hanno coinvolto, in conflitti bellici, i caduti originari di Carbonara di Nola. In tutto sono 29: uno perito nella battaglia di Adua, in Libia, risalente al 1896; quattordici deceduti nel corso del primo conflitto mondiale del 1915/18; altri quattordici scomparsi nell’arco del secondo conflitto mondiale del 1940/45». Il libro – 260 pagine in tutto – è caratterizzato da cinque capitoli: una prima parte riservata alla Prima Guerra Mondiale, a seguire altri capitoli riservati a Seconda Guerra Mondiale, Guerre Coloniali, Caduti in Guerra e Memorie di Guerra. In quest’ultima sezione, particolare interesse desta la testimonianza diretta ed integrale di Gaetano Iannicelli, prigioniero di guerra. Alla presentazione del libro in quel di Carbonara, interverranno – oltre ai due autori – il sindaco di Carbonara di Nola, dottor Michele Paradiso, l’assessore comunale alla Cultura, dottor Giovanni Varchetta, la dottoressa Mirella Scala, dirigente tecnico del Miur, il professore Pasquale Gerardo Santella. A coordinare i lavori ci sarà il dottor Pasquale Iorio.

Carbonara fa la sua scelta: "Miglior attore giuria popolare Carbonara di Nola"


Il Premio Carpine CortiFestival, giunto alla sua VI edizione, fa tappa a Carbonara di Nola. Il concorso internazionale di Cortometraggi sulle problematiche sociale che si tiene a Visciano ormai da 6 anni, assegnerà a Carbonara di Nola il premio "Miglior attore giuria popolare Carbonara di Nola". La proiezione dei corti avverrà mercoledì 13 maggio 2015 a Carbonara in piazza Municipio, presso il Bar Eden dalle ore 20:00. Non mancate, l'evento è gratuito e aperto a tutti.

Colpì a Palma e Carbonara di Nola: preso truffatore seriale

I carabinieri della stazione di Cicciano hanno arrestato Vincenzo De Stefano, 64 anni, residente in via Roma e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione per pene concorrenti emesso dal Tribunale di Nola, dovendo espiare la pena di 6 anni e 10 mesi di reclusione.
L’uomo è responsabile di calunnia, ricettazione, falsità in scrittura privata e truffa commessi a Carbonara di Nola nell’ottobre del 2007, a Palma Campania nel 2010 ed in luoghi imprecisati nel giugno 2007. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Mirko Dioneo - www.ilfattovesuviano.it - 22/04/2015

Un’ordinanza sindacale per la sicurezza stradale

Per i trasgressori sono previste sanzioni

Carbonara di Nola - E’ l’ordinanza sindacale n. 2 dello scorso 30 Gennaio dell’anno corrente, riguardante la tradizionale pratica del taglio rami, potatura e rimozione del fogliame degli alberi, che ricorda e allerta i cittadini dell’utenza di Carbonara di Nola. I motivi che spingono l’amministrazione comunale a provvedere che ció sia eseguito dai cittadini residenti, sono tanti. Siepi, rami che si protendono e invadono il fronte di strade comunali, il fogliame degli alberi, questi possono costituire un grave pericolo per la sicurezza dei cittadini che transitano con veicoli a motore, biciclette o pedoni. A ció ha giá provveduto l’Ente provinciale, ma esclusivamente alla rimozione di tali arbusti presenti sulle strade pubbliche provinciali. In quest’ottica, dunque, rientra la stessa ordinanza sindacale, in quanto è compito del comune provvedere alla rimozione di tali impedimenti sul territorio stradale comunale.
“In caso di non ottemperanza”- si evince dall’ordinanza – “si provvederá con l’esecuzione in danno dell’intervento e dei provvedimenti consequenziali con relativa spesa a carico dei proprietari dei fondi oltre agli eventuali danni causati da tale ritardo nei confronti dei cittadini ed utenti della strada. I trasgressori do tale Ordinanza saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria che puó oscillare da un importo pari 168 euro a 674, oltre le spese necessarie”.

www.081news.it - di Antonella Chiarolanza, 09/03/2015

Palma Campania, scoperta discarica abusiva

La scoperta a via Carpinelli: un’area di circa 30 metri quadrati dove erano abbandonati rifiuti di ogni genere

PALMA CAMPANIA – I carabinieri di Carbonara di Nola con la collaborazione del personale dell’esercito italiano del Reggimento Cavalleggeri Guide “19°” di Salerno, impegnato nell’operazione “strade sicure”, hanno svolto uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abbandono e dei roghi di rifiuti, individuavano su via Carpinelli un sito trasformato in discarica, su una superficie di circa 30 mq di proprietà della Provincia di Napoli, ove erano stati abbandonati rifiuti speciali di vario genere (materassi, residui di stoffa, elettrodomestici, residui ferrosi ed altro). L’area è stata sequestrata.

www.ildesk.it - 20/03/2015

Primarie PD per la candidatura a presidente della regione Campania

Vincenzo De Luca è stato il vincitore delle primarie per la candidatura a presidente della regione Campania, primarie che si sono tenute il primo marzo e che si sono segnalate per la scarsa partecipazione popolare.
Carbonara di Nola ha rappresentato un'eccezione e i numeri parlano chiaro: il 13% degli aventi diritto al voto ha scelto di partecipare a queste primarie. Percentuale importante, soprattutto se confrontata con quella degli altri comuni dell'area nolana-vesuviana e che ha staccato anche le ottime Tufino e Camposano. Dato importante il +26% rispetto alle 209 preferenze che il PD collezionò alle politiche del 2013.
Tra i grandi centri ha dominato Poggiomarino, ma sia Marigliano che Somma Vesuviana si sono confermati nella media, mentre si sono divisi la palma del peggiore Nola e Pomigliano.
Nessuno è riuscito a fare peggio di Cicciano: hanno votato l'1.1% degli aventi diritto al voto.

Fonte: vincenzocapezzuto.blogspot.it

Carbonara di Nola, rinnova il soggiorno climatico per gli anziani

Anche quest'anno il comune ha rinnovato il servizio

Carbonara di Nola, Attualità
Il comune di Carbonara di Nola, come ogni anno, anche per questo rinnova e propone un soggiorno climatico per gli anziani. Si tratta di un servizio rivolto alla popolazione anziana dell’utenza carbonarese che abbia compiuto almeno il sessantesimo anno di età. Per iscriversi al soggiorno è necessario compilare l’apposito modulo reperibile presso l’ufficio di segreteria oppure online direttamente dal sito web di riferimento dello stesso comune. Il termine ultimo per far pervenire tale modulo è il 6 Marzo. Sarà cura dell’amministrazione, poi, comunicare l’esito di tale iniziativa e le modalità di definizione delle quote di compartecipazione alla spesa.

Antonella Chiarolanza - www.081news.it - 19/02/2015

Carbonara di Nola: nuova sezione staccata dell’istituto comprensivo “A. de Curtis”

Grande soddisfazione dell’Amministrazione carbonarese

Carbonara di Nola, Attualità
L’amministrazione comunale di Carbonara di Nola esprime la sua più profonda soddisfazione nell’aver portato a compimento uno degli impegni assunti in campagna elettorale portato avanti con caparbietà e notevoli sforzi. Questa l’ordinanza del sindaco Paradiso con cui tutta l’amministrazione informa la cittadinanza dell’autorizzazione ottenuta per l’istituzione di una Sezione, staccata di Scuola Secondaria di I grado presso il plesso scolastico di Carbonara di Nola. La stessa farà capo all’istituto comprensivo “A. de Curtis” di Palma Campania e assicurerà con proprio personale qualificato il servizio scolastico. A tal fine le famiglie sono state invitate a provvedere all’iscrizione dei loro figli per il prossimo anno scolastico, affinchè possa essere inaugurata così la nuova scuola media carbona rese.

Antonella Chiarolanza - www.081news.it - 19/02/2015

Pericolo frane e inondazioni a Carbonara di Nola, la Regione stanzia 8 milioni di euro

«Il Comitato istituzionale dell’Autorità di Bacino Campania Centrale, su proposta del segretario generale Stefano Sorvino, ha dato il via libera a quattro importanti interventi per il contrasto al dissesto idrogeologico, che rientrano nell’Accordo di Programma per la Difesa del suolo stipulato tra Regione Campania e Ministero dell’Ambiente e affidato al presidente Stefano Caldoro, nella qualità di commissario delegato». Così l’assessore regionale alla Difesa del suolo e ai Lavori pubblici Edoardo Cosenza, che ha presieduto il Comitato.
«Il valore complessivo degli interventi di sistemazione idrogeologica è pari a 17 milioni di euro. Si tratta, nel dettaglio, della sistemazione del reticolo idrografico del comune di Carbonara di Nola, in provincia di Napoli, che viene finanziato con 8 milioni 326mila euro e riguarda un’area critica dei Regi Lagni nolani soggetta a frequenti alluvioni».
-
William Argento - www.ilfattovesuviano.it - 25/02/2015