Lista 1 - Carbonara Insieme - Michele Paradiso sindaco

Elezioni Amministrative 2014
LISTA 1 - Carbonara Insieme

Simbolo:
Composto da una corona circolare e da un cerchio centrale. Nel cerchio centrale vi è raffigurato un campanile che svetta su abitazioni, innanzi alle quali sono presenti figure di cittadini. Sullo sfondo è rappresentata una collina. Nella corona circolare di colore giallo è riportata la scritta CARBONARA INSIEME di colore nero. Un segno di circonferenza delimita tutti gli elementi sopracitati.

Candidato alla carica di sindaco: 
Michele Paradiso

Candidati alla carica di consigliere comunale:
Caracciolo Giuseppe Mario

Del Genio Aniello

Maffettone Salvatore

Menna Antonio
Napolitano Vincenzo
Nunziata Francesco
Rega Bruno
Simonetti Pasquale
Varchetta Giovanni
Viola Domenico

Programma amministrativo

PREMESSA

Per le elezioni comunali del 25 maggio 2014, un folto gruppo di cittadini, espressione di settori professionali e sociali vari, concordemente, presenta una lista denominata “CARBONARA INSIEME“, con candidato a Sindaco il Dott. Michele Paradiso. I candidati della lista, profondamente legati al territorio carbonarese, e consapevoli del fatto che è giunto il tempo di dare una svolta profonda alla vita civile, culturale, morale e politica della nostra cittadina, hanno elaborato un Progetto Politico- Amministrativo che porrà, al centro della sua azione, il cittadino, allo scopo di promuovere una nuova idea dell’istituzione “Comune”. Infatti, è  arrivato il tempo per i cittadini di prendere consapevolezza delle proprie capacità, partecipando attivamente alla vita politica, perché il Comune dovrà divenire la casa di vetro visibile dall’esterno, dove tutti potranno verificare l’azione amministrativa e il comportamento degli amministratori, rivolto esclusivamente al bene comune.
Nella convinzione che non è possibile cambiare il passato ma sicuramente migliorare il  futuro, l’amministrazione, pertanto, porrà a fondamento della sua azione politica il raggiungimento della “buona qualità della vita”, iniziando dal recupero dell’indispensabile rapporto di collaborazione tra amministratore ed amministrato, attraverso l’armonizzazione delle scelte politiche con le esigenze della collettività, caratterizzandosi per efficienza, trasparenza e progettualità, privilegiando i seguenti punti programmatici:

1). EFFICIENTIZZAZIONE  AMMINISTRATIVA
- Le attività degli uffici comunali dovranno essere ridisegnate, ed ispirate  ad  efficienza ed efficacia, di modo che ciascun cittadino possa avere ben chiara l’ idea che il Comune è, innanzitutto, la Casa di “tutti”; il luogo dove le esigenze di ogni cittadino divengono esigenze comuni e corrispondono con quelle organizzative, in un’ ottica di reciproco incontro. Ciò avverrà attraverso i seguenti punti:
- Miglioramento  della capacità organizzativa degli uffici comunali, in modo da dare entusiasmo ai dipendenti comunali, perché solo una struttura motivata nel suo operato può dare alla cittadinanza l’ attenzione che merita e servizi di alta qualità, trasformando, in tal modo, il  Comune in un centro servizi completo, a misura di ogni cittadino;
- Istituzione dell’Ufficio delle Relazioni con il Pubblico (URP), di modo che ciascuno possa trovare nella Casa comunale, nella massima trasparenza, ogni risposta concreta alle esigenze individuali.
- Determinazione della cosiddetta “ Amministrazione Partecipata”, a tale proposito la futura amministrazione si propone di organizzare incontri periodici con la cittadinanza, allo scopo di raccogliere le osservazioni sull’attività compiuta, oltre che su quella futura, mediante suggerimenti ed idee, ciò perché il raggiungimento della “ buona qualità della vita” passa, non solo attraverso strutture moderne e funzionali, ma, ancor di più, dalla rete di relazioni e dal grado di disponibilità all’ ascolto che si saprà promuovere.

2). RAPPORTI CON LA CITTADINANZA E POLITICHE SOCIALI

Potenziamento dei servizi per la famiglia e per i giovani: L’azione amministrativa sarà indirizzata, in primo luogo, a favore dei giovani attraverso un rafforzamento delle politiche giovanili. Le scelte politiche saranno orientate principalmente a favorire le  famiglie che giornalmente si trovano ad affrontare, spesso nell’indifferenza, situazioni di disagio e malessere. Per la famiglia si ricostruirà un tessuto di solidarietà, utilizzando tutti gli strumenti normativi, atti a prevenire ogni forma di disagio sociale. Saranno, inoltre, favorite iniziative di orientamento familiare, tese al miglioramento dei rapporti affettivi e interrelazionali, interni alla famiglia, a tale proposito particolare impegno sarà profuso nella istituzione di una Consulta comunale, in cui saranno rappresentate le associazioni, sia religiose che civili, a base familiare.
La futura amministrazione si propone di sostenere ed incentivare  per i giovani tutte le forme consorziali che  possano aiutarli a crescere  e mantenere viva la  nostra comunità, attraverso il coinvolgimento in progetti culturali e lavorativi concreti. minori

Tematiche femminili: A tutela delle politiche femminili, la futura amministrazione, ben consapevole che nella società contemporanea, l’ esercizio del diritto della donna alla maternità significa sempre più spesso rinuncia a quello del lavoro o viceversa, si impegnerà nella istituzione di un asilo nido, accessibile a tutti i nostri piccoli cittadini da 0 mesi a 3 anni. Iniziativa che potrà costituire non solo una risorsa per le famiglie e una valida esperienza di formazione socio- educativa per il bambino, ma anche un’ opportunità per la creazione di posti di lavoro, per  giovani con competenze adeguate.

Sostegno e valorizzazione della terza età: Particolare attenzione sarà assicurata a favore dei nuclei familiari composti da soli anziani e da anziani soli, che, pertanto, saranno sostenuti con interventi di sostegno mirati ai casi specifici. A favore degli anziani, inoltre, saranno promossi servizi di assistenza domiciliare, incontri informativi su argomenti specifici con esperti in geriatria, senza dimenticare la necessità di promuovere attività ricreative e socio- culturali, attraverso la istituzione di un Centro Anziani, che potrà divenire luogo di incontro e di intrattenimento.

Rapporti di cooperazione tra cittadini: Saranno potenziate le attività di cooperazione sociale e la solidarietà tra cittadini, attraverso la promozione di iniziative che miglioreranno, soprattutto nelle giovani generazioni, la cultura dell’accoglienza e del rispetto della diversità, con particolare attenzione all’integrazione degli immigrati

3). PUBBLICA ISTRUZIONE

Le strutture scolastiche sul territorio saranno oggetto di una attenta verifica circa l’adeguamento alle norme di sicurezza, al miglioramento del servizio di refezione, fino al potenziamento del servizio di trasporto degli alunni. Inoltre, sarà promossa l’ istituzione di un laboratorio socio- educativo, che coinvolgendo i ragazzi, i genitori e gli insegnanti, consentirà di affrontare in modo adeguato i problemi legati al disagio giovanile.

4). TRASPORTO E VIABILITA’

Trasporto: Sarà attivato un servizio pubblico di trasporto che collegherà Carbonara con i paesi limitrofi, in particolare con Palma Campania e Nola, oltre che con le sedi più a noi vicine della linea su ferro della Circumvesuviana, in concordanza con le corse che la  stessa Azienda già effettua sul nostro territorio, evitando inutili sovrapposizioni di orari.

Viabilità: Si provvederà alla revisione del piano urbano del traffico, con l’ obiettivo di migliorare la circolazione interna, rendendo più sicure le strade cittadine, prevedendo zone a traffico limitato ed isole pedonali. A tale proposito, la futura amministrazione si impegnerà per il potenziamento dell’organico del Comando della Polizia Locale, anche attraverso l’ opera di ausiliari del traffico che potranno, pertanto coadiuvare l’ attività di vigilanza e ordine pubblico, rendendo più vivibili e sicure le nostre strade.

5). AMBIENTE E TERRITORIO

Nell'ambito delle misure disposte dal piano regionale di risanamento, l’amministrazione comunale garantirà la vigilanza sullo stato dell'ambiente, utilizzando le reti di controllo delle diverse componenti per il monitoraggio dei parametri più significativi, in relazione ai centri di pericolo esistenti. 
Le componenti  a rischio ambientale sono rappresentate da: aria, acque superficiali, sotterranee e suoli.
Il territorio sarà monitorato costantemente rispetto allo stato di qualità delle principali componenti ambientali, al fine di valutare gli impatti che le attività commerciali, artigianali e industriali esercitano sullo stesso. In questa ottica il Sistema di Monitoraggio Integrato, attraverso l'analisi dei parametri di controllo, fornirà elementi di valutazione dei fenomeni di inquinamento e della loro evoluzione, e consentirà di disporre di strumenti per la gestione del Piano di Intervento.
Argomento, questo, di particolare rilevanza, visti i preoccupanti aumenti di patologie legate all’inquinamento ambientale, anche tra i nostri concittadini. Inoltre, sarà migliorata e potenziata la raccolta differenziata dei rifiuti, incentivando e gratificando i cittadini rispettosi.

6). ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Piano di insediamento produttivo: Non si può immaginare un modello di sviluppo del territorio senza prevedere la possibilità di nuovi insediamenti produttivi, soprattutto di tipo artigianale e manifatturiero.
Pertanto, l’ amministrazione futura si impegnerà a dare impulso alla localizzazione di nuove imprese sul territorio comunale, agevolando i settori dell’artigianato e dell’industria manifatturiera, tenendo ben in conto che tale sviluppo dovrà privilegiare l’occupazione dei cittadini carbonaresi. La futura amministrazione, attraverso il coordinamento delle  attività produttive, valorizzerà i prodotti locali e tutte quelle attività artigianali e professionali, restituendo ai carbonaresi, la fierezza dell’appartenenza alla comunità.

Piano Commerciale: Le attività commerciali del paese dovranno essere sostenute mediante un piano commerciale che andrà ad incentivare le prerogative di ciascuna, anche attraverso la riorganizzazione del piano di viabilità, dislocando piccole aree di sosta a servizio dei singoli esercizi commerciali, favorendo tutte quelle operazioni che possano agevolare e rendere facilmente accessibili tali attività.

7). SICUREZZA

La “buona qualità della vita” è data anche una comunità sicura, ma perché ciò accada è necessario la collaborazione di tutti, forze dell’ordine e cittadini. Grande impegno, pertanto, sarà profuso affinché vengano ottimizzati gli interventi delle forze dell’ordine sul nostro territorio, di modo che ognuno possa sentirsi più tutelato. Inoltre, sarà potenziata e valorizzata l’organizzazione della Protezione Civile, promuovendo l’ organizzazione di incontri divulgativi in tema di prevenzione e corretto comportamento in caso di calamità naturali. Inoltre, a favore della sicurezza della comunità si creerà  un  coordinamento dell’attività delle Forze dell’Ordine operanti sul nostro territorio comunale.

8). URBANISTICA

La futura amministrazione si propone di ridisegnare l’assetto urbanistico del paese in un’ottica di necessaria correlazione tra le richieste private e le norme vigenti in materia edilizia, garantendo uno sviluppo armonico dell’aggregato urbano, tenendo in conto anche della sua vocazione agro-turistica,
Sarà dato avvio immediato alla Valorizzazione del Centro Storico, per una partecipata e progressiva rivitalizzazione di quest’ultimo.

In quest’ottica saranno assicurate:
• Riduzione al minimo del consumo del territorio, incentivando le ristrutturazioni del patrimonio esistente secondo logiche di risparmio energetico;
• Radicale revisione e semplificazione dell’attuale Piano Regolatore Generale;
• Creazione di un portale per consultazione del Piano Regolatore, compilazione e deposito digitale delle pratiche, alleggerimento burocrazia, e conseguente ottimizzazione degli uffici tecnici
• Piano di utilizzo e valorizzazione degli immobili di proprietà comunale e progetti partecipati per la riqualifica delle aree turistiche del comune, espansione del verde di qualità e di percorsi naturalistici.

9). SPORT

 Sport: Sul nostro territorio comunale esistono due strutture sportive (il campo sportivo Attila Sallustro, adiacente il  Santuario Santi Medici, e il campetto annesso alla Villa comunale), ciascuna, nei limiti delle proprie condizioni logistiche, dovrà essere riorganizzata, in modo da creare una rete di offerta più ampia, tale da dare spazio non solo al calcio ma anche  ad altre discipline sportive che, pur avendo un seguito di appassionati, mai si sono potute praticare, fino ad ora.
In particolare, la organizzazione e la gestione del campo sportivo Attila Sallustro, dovrà essere rideterminata, favorendo le associazioni sportive carbonaresi secondo il principio che la struttura appartiene alla comunità. La organizzazione di tale gestione dovrà determinarsi attraverso il coinvolgimento di tutte le associazioni presenti sul territorio, disponibili ad una convenzione per la cura dei propri interessi.

10). CULTURA E ASSOCIAZIONI

Cultura: La cultura e l’identità di ogni comunità, fondano le proprie radici nella storia del luogo, a tal proposito, la nuova amministrazione si propone la creazione di un “Centro Polifunzionale”, attraverso l’ istituzione di un “Centro socio-culturale”, di un “Museo di Storia Locale” e di una “Biblioteca Comunale”, garantendo alle future generazioni la conoscenza delle proprie origini, la coscienza delle proprie  capacità ed infondendo, ad essi, la speranza  di un reale progresso, che porti a costruire una comunità forte e una società migliore, dove non contano i soldi, che l’avidità fa accumulare  individualmente, ma le idee  ed i progetti che le nuove generazioni, congiuntamente, saranno in grado di mettere in essere, democraticamente e nel rispetto delle leggi, per il soddisfacimento dei bisogni collettivi . 

Associazioni: Le associazioni di volontariato svolgono un ruolo fondamentale nella vita della nostra comunità. A tale proposito, verranno ampliate le collaborazioni con esse, mediante il conferimento di contributi adeguati alle attività da esse programmate, anche mettendo a disposizione, di ognuna, senza distinzione alcuna, spazi adeguati alle loro iniziative. Un passo fondamentale sarà rappresentato dall’ istituzione dell’ Albo delle Associazioni Locali, cui potranno iscriversi tutte le realtà associative operanti sul territorio.

Nessun commento: