La "Terra di Palma" per l'Unità d'Italia

 

La Terra di Palma per l'Unità d'Italia: parla il prof. Pasquale Gerardo Santella

La "Terra di Palma per l'Unità d'Italia": parla il prof. Pasquale Gerardo Santella, coordinatore della Commissione intercomunale per le celebrazioni dell'Unità.

"Terra di Palma" celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia

"Terra di Palma" celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia

La Terra di Palma per l'Unità d'Italia: nozze e fichi secchi

La Terra di Palma per l'Unità d'Italia: nozze e fichi secchi

La Terra di Palma per l'Unità d'Italia: gastronomico e cerebrale

La Terra di Palma per l'Unità d'Italia: gastronomico e cerebrale

Le Giornate Russiane

 

Calcio, Carbonara: buona la prima

 

Rischio idrogeologico: fondi per Carbonara

 

La Terra di Palma per l’Unità

 

La Terra di Palma per l'Unità

 

Apertura delle manifestazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia

  

 

21 ottobre 2010

ore 18:30

  

Chiesa del SS Rosario di Palma Campania

 

Saluti

 

Dr Vincenzo Carbone

Sindaco di Palma Campania

 

Dr Aniello Giugliano

Sindaco di San Gennaro Vesuviano

 

Dott.ssa Anna Rainone

Sindaco di Carbonara di Nola

 

 

Relatori

 

Prof. Pasquale Gerardo Santella

Coordinatore commissione intercomunale

 

Prof. Aniello Montano

Docente Università di Salerno

"Il Risorgimento nel pensiero di Benedetto Croce"

 

 

Nell'occasione sarà distribuito l'inserto speciale del quindicinale "Il Pappagallo"

Disavventura da rifiuti.

Nelle corti carbonaresi, l'argomento preferito di queste ultime settimane è la disavventura capitata ad un nostro concittadino, che intento ad abbandonare rifiuti in uno degli alvei che attraversa il nostro territorio, è stato colto in flagrante da alcuni residenti che non hanno lasciato correre l'accaduto, ma sembra che abbiano preteso che fosse fatta giustizia nelle giuste sedi. Non è nota l'identità dell'uomo, ma pare che sia uno di quelli che "predicano bene e razzolano male". Finalmente, siamo sulla strada giusta…

Differenziata, domenica consegna secchielli

Domenica 18 luglio, secondo dei tre appuntamenti previsti in villa comunale, per la consegna ai cittadini carbonaresi dei secchielli areati, utilizzati per la raccolta della frazione organica. Dei 750 secchielli disponibili ne sono già stati consegnati 230, a testimonianza del fatto che i carbonaresi tengono all'ambiente in cui vivono, e sono i principali artefici di risultati così lusinghieri ottenuti con la raccolta differenziata, che ci vede da vari anni tra i comuni più virtuosi dell'area nolana e non solo. I nuovi contenitori che vengono consegnati, consentiranno ai liquidi contenuti nell'umido di evaporare, garantendo la riduzione del volume dei rifiuti, quindi un risparmio sul peso, che corrisponde ad un risparmio economico da parte dell'Ente comunale. A partire dalle 9 di domenica 18 luglio e fino alle 12 presso la villa comunale, i componenti del CEA (Centro di Educazione Ambientale) insieme all'assessore all'ambiente del comune di Carbonara di Nola, Umberto Prevete, distribuiranno a tutte le famiglie i nuovi contenitori.

Carbonara di Nola "Comune Riciclone 2010" - Tra i 1.488 comuni premiati

 

Carbonara di Nola "Comune Riciclone 2010" - Percentuale di raccolta differenziata al 51,3%

Anche quest'anno Carbonara di Nola è tra i comuni premiati nell'edizione 2010 di "Comuni Ricicloni", l'iniziativa di Legambiente che ogni anno premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che abbiano ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti urbani.

Il 6 luglio 2010, alla presenza dei vertici di Legambiente, di personalità politiche e di esperti del settore, in pieno centro storico di Roma presso la sala Verdi dell' Hotel Quirinale,  sono stati presentati i risultati del concorso.

Nella speciale classifica dei "Comuni sotto i 10.000 abitanti - Area sud", il piccolo centro collinare dell'area nolana si è piazzato al 75° posto, con una percentuale di raccolta differenziata del 51,3 %, ed un risparmio di kg 170,3 di anidride carbonica (CO2).

Nella stessa classifica compaiono Cimitile (58°) Mugnano del Cardinale (114°), Roccarainola (116°), San Paolo Belsito (117°), gli unici Comuni dell'area nolana presenti.

Carbonara di Nola già fu premiato da Legambiente nel 2009, con il premio per la miglior raccolta di "Imballaggi in plastica".

In Italia i comuni ricicloni 2010, in base alla classifica stilata da Legambiente, sono 1488, contro i 1284 del 2009. A fare da traino è il nord Italia, con l'87,30 %, seguito dal sud con il 10,08 % e il centro con 2,62 %.

Carbonara di Nola "Comune Riciclone 2010" - Roma, Hotel Quirinale, Sala Verdi

Consegna dei secchielli areati per la raccolta della frazione organica

Domenica 11 luglio 2010 - 9.30 /12.30 Villa comunale
 
Domenica 18 luglio 2010 - 9.30 /12.30 Villa comunale
 
Domenica 25 luglio 2010 - 9.30 /12.30 Villa comunale

ISTITUITA LA COMMISSIONE INTERCOMUNALE PER I 150 DELL’UNITÀ D’ITALIA

La commissione, che unisce i comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola, è nata per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia. Previsto un ricco programma che si estenderà nell'arco di un intero anno.
 
Grazie all'intesa tra i comuni di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola è stata istituita la commissione intercomunale per promuovere sul territorio manifestazioni ed eventi di vario genere, ma soprattutto culturali, per celebrare durante l'arco di un intero anno, i 150 anni dell'Unità d'Italia. La commissione sarà composta oltre che dai tre sindaci dei comuni interessati, Vincenzo Carbone, Aniello Giugliano ed Anna Carmela Rainone, anche dai consiglieri Aniello Aprile ed Adolfo Carrella e da tre rappresentanti per ogni comune, che non appartengano alle varie amministrazioni, per un totale quindi di quattordici componenti.
Pasquale Gerardo Santella, docente presso il liceo classico "A. Rosmini" di Palma Campania, è stato designato coordinatore della commissione, mentre Pietro Damiano, esperto di storia locale avrà il ruolo di segretario generale. Ancora da decidere il presidente.
L'iniziativa punta a riattivare la memoria culturale e collettiva degli abitanti della cosiddetta "Terra di Palma", nome con cui viene indicata l'area che un tempo comprendeva proprio i tre comuni impegnati. Saranno ricordati, infatti, avvenimenti e personaggi locali, che hanno avuto un ruolo importante nel periodo risorgimentale.
Secondo un primo programma, tutti gli interventi della nuova commissione saranno presentati al pubblico durante la prossima edizione della Fiera Vesuviana, che, come da tradizione, si svolgerà a settembre, a San Gennaro Vesuviano. La serie di iniziative poi terminerà a novembre del 2011, quando saranno celebrate le "Giornate Russiane", dedicate a Vincenzo Russo, grande personaggio locale e della Repubblica del 1799.
Altro scopo della commissione è anche quello di rilanciare il concetto di patria e di nazione, far riemergere lo spirito nazionale che riunisce tutti gli abitanti dello "stivale" sotto il segno del tricolore.
 
Autore: Raffaele Isernia
Il Mediano.it - 22/06/2010

Per i 150 anni dell’Unità rinasce la "Terra di Palma"

L'iniziativa Palma Campania, Carbonara di Nola e San Gennaro Vesuviano insieme per la celebrazione

Per i 150 anni dell'Unità rinasce Terra di Palma

 
Tre municipi, tre sindaci, tre territori. Un unico obiettivo: fondersi per celebrare i centocinquant'anni dell'unità d'Italia ad un alto profilo culturale. Ai piedi del Vesuvio rinasce l'antica Terra di Palma, l'immensa distesa che un tempo comprendeva Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola. I sindaci dei tre Comuni, infatti, hanno sottoscritto un protocollo d'intesa che li vedrà insieme ad onorare l'importante traguardo che ha permesso alla penisola di essere unita nel tricolore. L'iniziativa punta a recuperare dal passato fatti e personaggi della Terra di Palma che hanno dato un contributo di pensiero ed azione al Risorgimento, rafforzando così il sentimento di appartenenza ad una comune nazione. Sarà anche l'occasione per riflettere in particolare sul Meridione e sugli irrisolti problemi che hanno caratterizzato il periodo post-unitario, trasmettere il senso e la coscienza di una storia che unisce i tre centri e promuovere, infine, manifestazioni che possano suscitare energie, risorse, intelligenze presenti sul territorio e che non si proiettino verso l'effimera esibizione spettacolare fine a se stessa, ma verso la costruzione di un significato comune. «L'Unità d'Italia è un bene comune e costituisce un tesoro insito nel cuore di tutti gli italiani - sottolineano i tre sindaci - il nostro organismo culturale lavorerà in nome dell'antica Terra di Palma promuovendo una serie di eventi poi inseriti in un unico cartellone di appuntamenti che durerà un anno intero, da novembre 2010 a novembre 2011, e si chiuderà in coincidenza con le giornate russiane dedicate al comune eroe Vincenzo Russo. Verranno coinvolte scuole e istituzioni - aggiungono i primi cittadini - per un progetto che diventerà, negli aspetti operativi, anche itinerante. Alcune manifestazioni, infatti, seppur organizzate da un singolo comune verranno allestite anche negli altri territori così da assicurare la massima partecipazione. L'anniversario dei 150 anni è una felice occasione per un nuovo innamoramento dell'essere italiani - concludono i sindaci - e per costruire un percorso culturale di altro profilo che diventi stella polare per i nostri giovani». Ciascuna amministrazione finanzierà le manifestazioni di sua competenza, mentre gli eventi comuni avranno un bilancio condiviso.
 

La commissione - Un gruppo di lavoro per promuovere iniziative e studi

Vincenzo Carbone, Aniello Giugliano ed Anna Carmela Rainone - rispettivamente sindaci di Palma Campania, San Gennaro e Carbonara di Nola - a breve nomineranno un'apposita commissione per le celebrazioni che sarà il braccio operativo delle tre amministrazioni. Oltre ai primi cittadini all'organismo prenderanno parte anche nove componenti - tre per ogni comune - scelti al di fuori del consiglio comunale tra studiosi e personalità del mondo della cultura. La presidenza della commissione, con buona probabilità, verrà affidata ad un personaggio di chiara fama del mondo accademico ed esterno al gruppo di lavoro che, invece, al suo interno sceglierà un coordinatore ed un segretario.

Conto alla rovescia per la settima "CorZa paZZa"