Elezioni a Carbonara di Nola. Iannicelli lascia: è al secondo mandato

Elezioni a Carbonara di Nola. Iannicelli lascia: è al secondo mandato

 

15/04/2009 - Carbonara di Nola.

 

Una sola certezza: il sindaco uscente non si ricandida. Il medico Antonio Iannicelli (nella foto) è infatti al suo secondo mandato consecutivo. Negli ambienti politici del piccolo comune del Nolano da settimane si susseguono le riunioni per decidere il dopo Iannicelli. Tredici le poltrone in consiglio comunale: primo cittadino e nove elementi per la maggioranza; tre per la minoranza. Quattro il numero massimo di assessori nominabili. Stando ai bene informati sarebbero due gli schieramenti pronti a scendere in campo nella competizione del 6 e 7 giugno. Ma non è esclusa la possibilità di una terza lista. Non si ripeterà quindi l'esperienza del 2004 che presentò al giudizio degli elettori una sola lista civica facente capo al sindaco uscente Iannicelli, che successe a se stesso. Sui nomi di chi dovrà capeggiare le due liste non c'è ancora nessuna ufficialità. Secondo indiscrezioni da un lato ci sarebbe un cartello civico di continuità dell'attuale maggioranza. E a guidarlo potrebbe essere il medico Anna Rainone che diventerebbe così la prima donna candidata sindaco nella storia del comune che vanta già il record di essere stato governato 43anni consecutivi (dal 1956 al 1999) dallo stesso primo cittadino: il medico Aniello Rainone, recentemente scomparso. Tra i papabili alla guida della seconda compagine ci sarebbe un altro medico, Michele Paradiso, già leader dell'opposizione fino al 1999. Un progetto questo che, da tempo, vede impegnati in incontri e concertazioni esponenti politici del piccolo centro che conta poco più di duemila abitanti. A guardare con attenzione alla nuova classe dirigente sono sopratutto i giovani, ansiosi di assistere allo sviluppo occupazionale che deve passare attraverso il decollo definitivo del polo industriale. Ma dovranno anche essere risolti i piccoli problemi quotidiani. Tra gli impegni della nuova amministrazione, oltre alla vivibilità, alla valorizzazione del territorio e al forte impegno per il sociale, anche il decollo del turismo religioso legato al Santuario dei Santi medici Cosma e Damiano che richiama una folla immensa di visitatori da ogni parte della regione.

Nessun commento: