Carbonara di Nola: rapine ad indiani, preso 22enne

CARBONARA DI NOLA - Picchia e rapina una coppia di connazionali e finisce in manette. Si tratta di Mangat Singh, 22enne indiano senza fissa dimora, che, nella serata del 31 marzo, è stato sottoposto a fermo per rapina aggravata dai carabinieri della stazione locale coordinati dal maresciallo Massimo Grimaldi. Tutto è partito da una denuncia sporta da un indiano di 44 anni, residente a Carbonara, che si è presentato alle forze dell'ordine lunedì mattina, con il viso completamente tumefatto, ed ha raccontato che la sera del 28 tre connazionali si erano introdotti in casa sua col pretesto di chiedere informazioni e, dopo aver selvaggiamente picchiato sia lui che sua moglie, hanno portato via 1500 euro in contanti, monili d'oro ed altri vari oggetti di valore. I militari dell'arma hanno ritenuto opportuno accompagnare l'uomo in ospedale, dato il suo stato pietoso, perchè potesse ricevere le dovute cure. I medici hanno medicato le ferite ed hanno diagnosticato la rottura del setto nasale, ferite secondo loro guaribili nel giro di 10 giorni. L'accurata descrizione di uno dei tre malfattori fatta dalla vittima e le informazioni ottenute durante il sopralluogo nell'abitazione dei coniugi indiani, ha portato i carabinieri a indicare Singh come uno dei tre violenti rapinatori. L'uomo è stato fermato martedì sera a San Giuseppe Vesuviano ed immediatamente arrestato. Intanto, mentre procedono le indagini dei militari per scoprire chi sono i complici di Singh, delle condizioni di salute e della gravità delle ferite riportate dalla moglie dell'indiano, anche lei vittima del pestaggio, non si sa nulla. Il marito, infatti, preoccupato per eventuali ripercussioni, prima di sporgere denuncia, l'ha fatta allontanare dalla Campania. La signora si trova tuttora nel Nord Italia ospite di alcuni parenti.
giusy vecchione 01/04/2009

Nessun commento: