50 anni e non sentirli, una sola festa di compleanno per tutti


Gli obiettivi della vita si rincorrono scanditi dal tempo che ne segna inevitabilmente il percorso: nascita, battesimo, comunione, le scuole dell’obbligo, il diploma, l’università, il lavoro, il matrimonio, i figli e… i 50 anni.
50 anni appunto, e quest’anno tocca festeggiarli alla classe 1968. A Carbonara di Nola, questi giovani sessantottini – che in quell’anno ci sono solo nati – si sono ritrovati e organizzati per festeggiare tutti insieme il loro compleanno. A gennaio di quest’anno i primi incontri, la scelta della data e del locale. Una data che riunisca tutti a prescindere dal giorno effettivo di nascita. Tutto facile, tutto bello, perché ad unirli è la voglia di stare insieme e festeggiare un evento comune: il loro compleanno. Il 20 maggio si ritroveranno alle 10:30 al santuario dei Santi Cosma e Damiano a Carbonara di Nola, per la messa e la benedizione. Alle 13:30 tutti all’agriturismo “Il Casotto di Torrazzano”, dove il pranzo dello chef Antonio Cosenza, accompagnerà i festeggiati e i loro ospiti in un pomeriggio di allegria, allietato dall’intrattenimento musicale a cura di Enzo Nappi e da attori di cabaret. Per finire taglio della torta, un gigantesco 1968 e le 50 candeline da spegnere tutte insieme. Fuochi d’artificio e un brindisi al futuro.
I 33 festeggiati vivranno quest’evento come “la loro festa” e ognuno porterà con sé l’ospite gradito: i figli, i genitori, gli amici. Tutti orgogliosi di esserci. Ecco i loro nomi: Albano Salvatore, Alfieri Angelo, Caracciolo Brigida, Carbone Anna, Cosenza Cosimo (detto Tonino), Cosenza Rosa, Damiano Pietro, Daniele Cosma, Daniele Filippo, De Luca Pasquale, Graziano Luisa, Guarino Antonio, La Manna Maria, Mascia Roberto, Mascia Pasquale, Mascia Cosma Damiano, Mascia Aniello, Marino Rossana, Napolitano Rosanna, Nunziata Anna, Nunziata Maria Giovanna, Palmese Anna, Peluso Tommasino, Prisco Tommaso, Pugliese Giuseppe, Rappucci Iolanda, Santaniello Cosmina, Santorelli Giuseppe, Simonetti Giovanni, Sorrentino Eva, Sorrentino Cosimo Pasquale, Sorrentino Albina e Viola Francesco.
Una gran festa, auguri a tutti!
Nel frattempo, quelli della classe 1969 si stanno già organizzando…

Luana Cosenza

Lavori alla scuola: la conclusione è prevista entro questa primavera


La scuola, a Carbonata di Nola, riaprirà i battenti in primavera o al massimo da settembre. E’ questa la notizia che emerge dal recente incontro tenutosi al Comune e che ha visto partecipi i componenti dell’Amministrazione locale e del palazzo di città, ossia l’assessore Vincenzo Napolitano ed il dirigente municipale Umberto Sibilla, nonché – per l’Istituto Comprensivo “De Curtis – il dirigente scolastico Anna Maria Franzoni e la docente Gianfranca Casalino, oltre ad una rappresentanza di genitori dei giovani che sono iscritti presso la struttura carbonarese. Come è noto, causa lavoro di ristrutturazione, di adeguamento e di messa in sicurezza, la scuola di via Rainone è stata chiusa già da mesi ed ora si attende la conclusione dell’intervento sviluppato dal Comune, mediante l’affidamento dell’appalto ad una ditta specializzata, per poter segnare l’atteso ritorno in classe. Fino ad ora, difatti, le famiglie sono costrette ad accompagnare i propri figli nelle strutture della “De Curtis” che si trovano a Palma Campania, sia per le classi dell’Infanzia che per quelle delle Elementari. La dirigente scolastica Franzoni ha chiesto garanzie per la consegna, entro settembre, cioè per l’inizio del nuovo anno scolastico, dell’edificio didattico di Carbonara; dal proprio canto, l’assessore Napolitano – in rappresentanza del governo locale – ha assicurato che i lavori verranno ultimati tra aprile e maggio e che, quindi, il cantiere sarà chiuso per questa primavera, sperando che non ci siano intoppi nell’iter burocratico che occorre per completare l’opera, con tanto di certificazioni del collaudo.

Anna Maria Vallario
Il Pappagallo, anno XXII, numero 392, febbraio 2018, pagina 13

Scuola a Carbonara: l’apertura slitta al 2018

Ancora ritardi sulla tabella di marcia: Comune e ditta appaltatrice hanno dovuto rivedere il progetto di partenza

Il 2017 volge al termine e, a distanza di dodici mesi dalla riunione tenuta al teatro parrocchiale con gli amministratori, i genitori degli alunni che frequentavano al plesso scolastico di Carbonara di Nola non conoscono ancora la data del ritorno in classe dei loro piccoli. L’Istituto didattico di via Rainone, che ospita bambini e bambine delle Materne e delle Elementari, è stato sottoposto – già da tempo – ad un intenso intervento di ristrutturazione e di adeguamento, riadattato in corso d’opera per le criticità sopraggiunte e riscontrate dai tecnici, circa la buona tenuta e la solidità antisismica dello stabile. Un anno fa, era il dicembre del 2016, il sindaco di Carbonara, dottor Michele Paradiso, insieme agli altri amministratori e dirigenti del Comune, fecero presente alle famiglie il quadro della situazione, che richiedeva il trasferimento dei giovani alunni carbonaresi nel vicino paese di Palma Campania, trasferendoli – ciascuno in base alla classe di frequenza – nei plessi di Castello (per le Elementari) e di via Vecchia San Gennaro (al Polo dell’Infanzia, per le Materne). I lavori, si disse all’epoca, sarebbero iniziati a gennaio e conclusi a maggio 2017, ma sono stati sospesi e procrastinati nel tempo, prevedendo la chiusura del cantiere in quest’autunno. Ma, come si può ben vedere, anche questa stagione ha ceduto il passo a quella invernale e, a tutt’oggi, l’opera è rimasta incompleta ed anzi non è ancora giunta alla metà degli interventi che erano stati previsti ed annunciati alle famiglie da parte del governo locale. Quale è il motivo di questo ritardo? Ecco, al riguardo, le dichiarazioni del dirigente dell’area Tecnica municipale, Umberto Sibilla: «I lavori stanno per volgere al termine, ma non si può ancora definire una data di completamento. I ritardi sono dovuti alla ditta aggiudicatrice dell’appalto, che ha sospeso i lavori appena dopo qualche mese, riscontrando delle ‘novità’ sulla struttura. Novità che hanno richiesto un sopralluogo da parte di tecnici strutturisti e professionisti per verificare il da farsi. La struttura è stata sottoposta ad adeguamento sismico e ad un efficientamento energetico, secondo le normative strutturali in vigore. I sei mesi di proroga per completare l’intervento sono trascorsi e, attualmente, la ditta è in penale per ritardi, per 880 euro al giorno, ed è stata già sollecitata al completamento da parte del Comune».

Giovanna De Luca
Il Pappagallo, numero XXI, numero 388, dicembre 2017, pagina 13

Carbonara di Nola, Padre Elio Londono lascia il Santuario dei SS Medici Cosma e Damiano: arriva un nuovo missionario

Carbonara di Nola, 28 Ottobre - Arriva, nel Santuario dei SS Medici Cosma e Damiano di Carbonara di Nola, un nuovo missionario della Piccola Opera della Redenzione di Padre Arturo D’Onofrio. Ad annunciarlo è Padre Elio Londono alla fine di una delle celebrazioni domenicali della Santa Messa.
Un fulmine a ciel sereno per la popolazione che lo ha accolto sette anni fa e che è stata testimone di un importante percorso religioso che ha avvicinato giovani e meno giovani alla parola di Dio attraverso le iniziative del missionario Londono.
Padre Elio sarà dunque sostituito in questi giorni, col finire del mese di ottobre. Saluta così quella che per anni è stata la sua famiglia: “Lascio la comunità parrocchiale di Carbonara portando nel mio cuore un gioioso ricordo di tutto il bene e l’affetto che ho ricevuto. Ringrazio sentitamente coloro che, in questi anni, mi sono stati vicino e hanno creduto in tutto ciò che, come pastore, ho potuto donare”.

Luana Cosenza
28/10/2017 - Scisciano Notizie

Carbonara di Nola, la notizia sul web: “SCISCIANO NOTIZIE” protagonista ad un corso di Giornalismo

Carbonara di Nola, 25 Ottobre – Raffaele Ariola, direttore responsabile del sito www.sciscianonotizie.it, è stato ospite – presso l’agriturismo Il Casotto di Torrazzano – dell’associazione culturale “Terra Nostra” che ha promosso in questo periodo un Corso di Giornalismo di Base, curato da Francesco Iervolino.
Accolto in maniera gioviale ed entusiastica da parte dei componenti dell’associazione, Antonio Cosenza (presidente) e Pietro Damiano, Ariola si è piacevolmente intrattenuto per un’ora con i corsisti e con il loro tutor, discorrendo dell’argomento portante della lezione (la seconda di cinque moduli), ossia laNotizia.
Nell’ambito della lezione, il nostro direttore ha illustrato come si ricerca una notizia che poi andrà pubblicata sul web, quindi sia sui siti che sui canali ‘social’, oltre che parlare e descrivere in presa diretta le tecniche di impaginazione ‘on line’ mediante l’inserimento del pezzo, della fotografia all’interno del sito SciscianoNotizie.it.
A cogliere i suoi preziosi insegnamenti, lo stesso tutor Francesco Iervolino, caporedattore del periodico quindicinale ‘Il Pappagallo’ di Palma Campania, i componenti dell’associazione ed i corsisti, vale a dire: Adelina Mauro, Marcello Casalino, Angela Sorrentino, Giuseppe Gatti, Diletta Iervolino, Giuseppe Addeo, Rosa Prevete, Giuseppe Caliendo, Anna Maria Vallario, Pietro Ammaturo, Imma Marino, Carol Napolitano, Giovanna De Luca, Rachele Gatti, Valeriano Foglia, Marianna Sorrentino, Carmela Paradiso, Marianna Lombardi, Gennaro Policano.
Al termine dell’appuntamento, che ha registrato anche la simpatica quanto simbolica creazione di uno staff redazionale del corso, foto di gruppo dei partecipanti in compagnia del direttore Ariola.
«Il giornalismo è ricerca, fatica e volontà, ma anche partecipazione e divertimento. – ha detto Ariola a margine dell’incontro con i corsisti – Un plauso all’associazione 'Terra Nostra' per questa lodevole iniziativa, che fa riscoprire il vero senso di questo mestiere, tra i più belli ed appassionanti».

Redazione
25/10/2017 - Scisciano Notizie

Azione congiunta Guardie Ambientali e Carabinieri di Carbonara. Due fermi per sversamenti di rifiuti

Le Guardie ambientali, nell’ambito delle attività di controllo del territorio questa mattina verso le 11.15 hanno notato un’auto auto attraversare il territorio di Palma Campania direzione Carbonara di Nola.
Prontamente hanno allertato il comandante della stazione di Carbonara Gaetano Sarnataro che avuta l’indicazione della strada lunga la quale li seguivamo li ha fermati in prossimità dell’ Isola ecologica di Carbonara dove spesso vengono abbandonati all'ingresso rifiuti indifferenziati e materiali speciali.
Oltre al danno ambientale anche economico per i cittadini che subiscono l’ aggravio dei costi di rispristino ambientale.
Ma la solerte attività coordinata con il maresciallo Sarnataro ha messo fine alla problematica.
Portati in caserma i due soggetti coniugi palmesi, sono stati identificati, multati, denunciati e l’ auto sequestrata e sottratta all’uso improprio finora fatto.

11/08/2017 - Vesuvianonews.it



Ripartiti i lavori alla scuola: riapertura nel 2018

L’adeguamento sismico della struttura terminerà a dicembre, fino ad allora gli studenti frequenteranno nei plessi di Palma

Ripresi dal 10 luglio, i lavori per l’adeguamento sismico dell’edificio scolastico di Carbonara di Nola dovrebbero terminare in autunno. A darne notizia è l’architetto Umberto Sibilla, responsabile del servizio Tecnico del Comune, intervistato dal nostro giornale sulla questione: «Per fine novembre, al massimo inizio dicembre, le attività saranno concluse – afferma Sibilla – ed a quel punto si valuteranno i tempi per consentire il rientro della popolazione scolastica in sede. Seguiamo attentamente l’evolversi dei lavori, che assicureranno gli opportuni interventi rafforzativi alla struttura, necessari per renderla più sicura». Dunque, per il prossimo mese di settembre, alla riapertura dell’anno scolastico, gli alunni delle varie classi che frequentavano al plesso “Gennaro Rainone” dovranno ancora dirigersi nelle scuole dei paesi limitrofi, in attesa di rientrare alla base. Come è avvenuto nell’arco dell’ultimo anno di frequenza, i bambini delle Materne si “appoggeranno” al Polo dell’Infanzia di Palma Campania, ubicato in via Vecchia San Gennaro, mentre quelli delle Elementari saranno ospitati dal plesso collinare di Castello, infine i ragazzi e le ragazze che frequentano le Medie si dirigeranno al palazzo scolastico centrale della “De Curtis”, in via Municipio, sempre a Palma Campania. Un opportuno servizio di trasporto scolastico è più che auspicabile per favorire questi spostamenti al di fuori del perimetro urbano di Carbonara di Nola, affinché per le famiglie ed i loro figli risulti meno difficoltoso riuscire a proseguire il percorso di studi. A questo punto, se tutto procederà secondo i piani dell’Amministrazione Comunale, tenendo conto del naturale iter burocratico necessario per sancire le operazioni di collaudo strutturale, il “ritorno in classe” alla scuola di Carbonara dovrebbe diventare realtà appena dopo le festività natalizie, a gennaio 2018.

Il Pappagallo, anno XXI, numero 380, luglio 2017, pagina 13