Tra calcio e solidarietà: il Carbonara dona il sangue

Sono state festività natalizie speciali, da ricordare, quella appena trascorse per la Polisportiva Carbonarese. Come anticipato nell’ultimo numero del giornale, una delegazione di atleti della società calcistica locale si è recata nella mattinata del 24 dicembre a Napoli, presso il reparto di Oncologia Pediatrica dell’ospedale Pausilipon di Napoli, per donare sangue e piastrine ai piccoli pazienti malati di leucemia. Un gesto che va ben oltre lo sport e abbraccia, come è giusto che accada a queste latitudini, il sociale. Il calcio delle piccole comunità non è infatti solo contrassegnato da risultati, classifiche ed obiettivi da raggiungere nei campionati dilettantistici, ma ha anche, se non soprattutto, la necessità di sensibilizzare i concittadini (e non solo) su tematiche sociali di primaria rilevanza. È questo il messaggio che i ragazzi del team carbonarese hanno voluto lanciare, partecipando ad un’iniziativa lodevole in un giorno di festa e dedicando parte del proprio tempo a chi ne ha più bisogno, «nella speranza – ci dicono i diretti interessati, protagonisti della lodevole iniziativa – che il nostro gesto venga emulato anche da altre squadre dilettantistiche campane, per combattere una partita ben più importante di quella che si gioca nel classico rettangolo di un campo da calcio». Ed allora che fare? Basta solo dedicare del tempo per una causa nobile quanto vitale: «Ricordiamo – concludono i tesserati della Polisportiva Carbonarese – che è possibile donare sangue presso la struttura partenopea tutti i giorni dalle ore 7:30 alle 11:00».

Carmine Simonetti
Il Pappagallo, anno XXI, numero 366, gennaio 2017, pagina 13.

Comitato Festa: gran finale con Simone Schettino

Il gran finale del cartellone di eventi natalizi, promosso dal comitato festa San Michele Arcangelo, arriva con l’esibizione del comico Simone Schettino, che nel giorno della Befana – subito dopo l’esibizione di un gruppo musicale – inonderà di risate la comunità di Carbonara di Nola. Va concludendosi, proprio in questo fine settimana, il cartellone di eventi programmato in calendario da parte del comitato retto dal presidente Giulio Albano. Grazie all’utilizzo del Teatro Tenda, inaugurato nei giorni precedenti al Natale nell’area mercato cittadina, è stato possibile accogliere la popolazione e gli intrattenimenti ideati per allietare le gelide serate carbonaresi. Tra gli appuntamenti più apprezzati concerti, spettacoli, animazione per bimbi e tombolate. Ora la conclusione: il 5 gennaio la befana sociale ed il 6 gennaio le esibizioni di un gruppo musicale e dell’atteso comico Schettino.

Luana Cosenza
Il Pappagallo, anno XXI, numero 366, gennaio 2017, pagina 13.

Carbonara, lavori al palazzo scolastico: l’esodo degli alunni

Le classi di Infanzia, Primaria e Medie si svuotano per fare spazio all’intervento di restyling, adeguamento sismico ed efficientamento energetico: il ritorno è previsto a settembre

Bambini e ragazzi frequenteranno in questi mesi negli edifici di Palma Campania, tra la sede centrale e quelle di via Ferrovia e Castello

Per gli alunni del plesso scolastico carbonarese, sezione distaccata del I Istituto Comprensivo Statale “A. De Curtis” di Palma Campania, il 2017 sarà un anno particolare: cambieranno temporaneamente sede. L’edificio scolastico di proprietà comunale, costruito negli anni ’50, sede della scuola dell’Infanzia, della scuola Primaria e dal 2015 anche della scuola Secondaria, sarà oggetto di una serie di lavori per migliorarne l’intera struttura al fine di adeguarla alla normativa vigente in materia antisismica, sicurezza sul lavoro, antincendio, servizi igienico-sanitario, impianti tecnologici, efficientamento energetico e il superamento delle barriere architettoniche. A partire dalle prossime settimane, verranno eseguiti in sede dei “lavori di ristrutturazione, adeguamento sismico ed efficientamento energetico”, in seguito all’approvazione nel 2015 del progetto esecutivo, successivo finanziamento e svolgimento di regolare gara di appalto. Gli interventi  previsti riguardano: il consolidamento strutturale dei muri portanti della scuola Primaria e relativa demolizione e ricostruzione sia del solaio di copertura in cemento armato che la sostituzione della copertura in tegole; la realizzazione della scala antincendio a servizio della scuola elementare; la ristrutturazione del locale adibito a palestra; la sostituzione del solaio di copertura della palestra con una struttura in legno lamellare; la pavimentazione della palestra, sostituita con una nuova in linoleum; l’installazione di un ascensore automatico; la sostituzione dei corpi illuminanti; la sostituzione delle finestre dei vani scala e delle parti comuni con infissi in legno a taglio termico con vetrocamera; la realizzazione del manto erboso; la messa a dimora di specie arbustive. Si prevede anche l’adozione del solare termico sia per la produzione di acqua calda che per il risparmio energetico relativamente all’impianto di riscaldamento. Per l’esecuzione dei lavori, considerato che le lavorazioni (previste nella durata di circa 150 giorni), interferiscono con lo svolgimento delle attività didattiche, gli alunni proseguiranno le lezioni presso altre sedi nel Comune di Palma Campania: la scuola Secondaria presso la sede centrale (Palazzo); la scuola Primaria al plesso di Castello; la scuola dell’Infanzia presso il Polo dell’Infanzia (via Ferrovia), così come disposto dalla direzione didattica, tenuto conto che il Comune non dispone di altre strutture idonee da utilizzare allo scopo. A conti fatti il rientro è previsto a settembre 2017, in un ambiente più accogliente e a misura di alunno.

Il Pappagallo, anno XXI, numero 366, gennaio 2017, pagina 13.

Luci della ribalta per Luigi Alfano e il suo "parlare inverso"

Luigi Alfano, noto per il suo “parlare inverso”, nei prossimi giorni parteciperà ad uno spettacolo teatrale di cabaret e ad un programma televisivo.
Il 6 gennaio alle ore 21.00 sarà ospite dello spettacolo “Ciccio and friends show” a Sant’Antimo (NA), presso il Kevin caffè alla Via Roma n. 60, insieme ad altri giovani di talento.
Il 13 gennaio invece, dalle ore 21:00, sarà ospite della trasmissione televisiva “Pazziammo e pariammo”, trasmessa su Tele A canale 18, condotta da Angelo Martino.
Non ci resta che seguirlo e augurargli ni accob la opul o in bocca al lupo. Fa lo stesso.





Luigi Alfano, famoso per il suo “parlare inverso”

Storie: intervista al giovane talento

Il ventiduenne di Carbonara ha scoperto quest’innata capacità sui banchi di scuola ed ora partecipa a vari programmi televisivi di successo

Luigi Alfano e Sergio Friscia
Luigi Alfano, 22 anni da Carbonara di Nola con un talento innato: parla al contrario. Lo spiazzamento è assicurato quando lo senti parlare correntemente e con fluidità quella che lui definisce "La lingua inversa". Ma come te ne sei accorto? «A scuola prendevamo in giro un nostro professore, e per non farmi capire da lui iniziai a parlare all’incontrario. I miei amici rimasero stupiti, ma si abituarono. Nessuno di loro riusciva a farlo come me. Divenni una star tra i corridoi dell’istituto». E poi? «Iniziai a partecipare come pubblico a varie trasmissioni televisive (Uomini e Donne e Tu si que vales). Al programma di Maria De Filippi fui coinvolto in un siparietto tra Tina Cipollari e Gemma ed ebbi la mia prima apparizione televisiva. Uno dei miei sogni, quello di apparire in tv, si stava realizzando». Come sei arrivato al programma Ah Ah Car su Rai4? «Durante la mia partecipazione come ospite a Tu si que vales, mi feci notare per la mia capacità di parlare all’incontrario, così mi diedero i contatti per partecipare ai provini di una nuova trasmissione che a novembre sarebbe andata in onda su Rai4, condotta da Sergio Friscia e Barty Colucci». E come è andata? «Partecipai al provino a Napoli, al teatro Sancarluccio, e fui scelto. Registrai la puntata il 25 ottobre a Roma che è andata in onda il 25 novembre. Sono in attesa di sapere l’esito». Questo talento ti ha portato notorietà? «Dopo la mia apparizione in Tv, vengo spesso fermato da persone che mi riconoscono e mi chiedono di dare una prova dal vivo della mia capacità». Con quali risultati? «Rimangono tutti stupiti e senza parole. Cercano di farlo anche loro ma non ci riescono. Spesso per mettermi in difficoltà, mi chiedono di dire all’incontrario alcuni scioglilingua, ed io, senza alcuna difficoltà, li accontento e li stupisco». 
Ti auguriamo tanta fortuna e ora salutaci con uno scioglilingua inverso: «Arpos al acnap al arpac apmac, ottos al acnap al arpac aperc». 

Pietro Damiano
Il Pappagallo - Anno XX - Dicembre 2016 - Numero 365 - Pagina 11

Sicurezza sul lavoro, denunce a Palma, San Gennaro e Carbonara di Nola

Continua l’attività dei carabinieri per ciò che concerne il lavoro nero e la sicurezza sui luoghi. Le varie stazioni hanno infatti effettuato controlli sui territori di Palma Campania, San Gennaro Vesuviano e Carbonara di Nola, procedendo a cinque denunce, due sospensioni di aziende e al sequestro di un cantiere. Nello specifico, i militari della stazione di San Gennaro, con personale della direzione territoriale del lavoro di Napoli e dell’asl-napoli 3 sud hanno proceduto a denunciare un imprenditore bengalese di 39 anni residente a Palma Campania, titolare di una ditta tessile a San Gennaro che teneva alle sue dipendenze due connazionali non in regola con le norme sull’immigrazione. Nei suoi confronti è stato adottato il provvedimento di sospensione dell’attività.
Tanto lavoro per i carabinieri a Carbonara di Nola, dove con personale dell’ufficio tecnico del comune, hanno svolto controlli in un cantiere edile per la costruzione di un’abitazione privata su più piani, in località Bosco di Carbonara, riscontrando difformità nella realizzazione dei lavori rispetto al progetto originario: piano terra più alto e assenza di tramezzature per ampliare lo spazio disponibile. Denunciati i direttori dei lavori, un 56enne e un 55enne del posto, e il proprietario del terreno su cui insiste lo stabile, un 59enne di San Gennaro Vesuviano, per aver eseguito interventi con variazioni essenziali. Il cantiere è stato sequestrato.
Inoltre, sempre sul territorio carbonarese, è stato controllato un opificio di proprietà di un cittadino bengalese di 27 anni, residente a Palma Campania, in cui sono state riscontrate violazioni in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro: scarse condizioni igieniche, presenza di scatoloni e materiale vario che ostacolava le vie di fuga in caso di emergenza, e macchine da cucire sprovviste dei dispositivi di sicurezza.
Infine, a Palma Campania, le verifiche hanno portato alla denuncia di un imprenditore 41enne del Bangladesh, residente nello stesso comune vesuviano, titolare di una ditta tessile in città che dava lavoro, a nero, a 15 connazionali non in regola con le norme sull’immigrazione. Sono state contestate violazioni amministrative per trentaseimila euro ed è stata sospesa l’attività.

Di Roberto Villano - 21 dicembre 2016 - www.obiettivonotizie.it

Sarno. Incidente sul monte Saro, ferito escursionista del nolano

Cade nel vuoto facendo un volo di diversi metri l'escursionista che ieri pomeriggio da Carbonara di Nola si era recato a Sarno sul monte Saro approfittando della bella giornata per una passeggiata salutare. L'episodio si è verificato ieri pomeriggio quando l'uomo proveniente dal napoletano si era recato nella zona per approfittare della bellezza della natura per trascorrere un pomeriggio a fare trekking quando probabilmente ha perso l'equilibrio ed è finito in un burrone. A lanciare l'allarme sarebbe stato un altro escursionista che subito ha messo in moto la macchina dei soccorsi. Il problema è che l'uomo di Carbonara di Nola era finito in una posizione scomoda per essere recuperato ed era ferito quindi non riusciva nemmeno lui ad uscire dal burrone in cui era finito. Per aiutare l'escursionista è stato effettuato l'elisoccorso del corpo Nazionale di Soccorso Alpino Speleologico insieme al 118: il personale sanitario e il corpo speciale sono intervenuti con l'elicottero e sono riusciti a recuperare l'uomo che è stato trasportato d'urgenza al Ruggi di Salerno per ricevere le cure del caso. Per fortuna le sue ferite non sono state fatali e quindi l'uomo dopo l'incidente in montagna è stato soccorso dell'ospedale e non è in pericolo di vita.

Sarno - 19/12/2016 - Autore: La Redazione
www.puntoagronews.it